AVVISO
ATTENZIONE

SAVING

CHIUDI
               
Menu

PROGETTO: LE MANI PER PARLARE

Chi siamo

Il Centro Occupazionale portatori di Handicap è un’Associazione ONLUS, iscritta al n. 112 nel Registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato della Regione Puglia con Decreto dell’Assessore ai Servizi Sociali al n. 112 del 29/08/1997, ai sensi del D. Lgs. n. 460 del 4/12/1997. L’associazione conta attualmente 52 soci, in prevalenza donne e opera prevalentemente nel comune di Francavilla Fontana, ma è presente con attività e progetti, grazie alla rete costruita nel tempo, anche nei centri vicini delle Province di Brindisi e Taranto.

Il Centro ha iniziato la sua attività nell’ottobre 1986 per iniziativa di un gruppo di volontari, promosso dal Parroco e costituito da genitori di giovani disabili ed amici· “per dare risposte all’esigenza di accogliere ragazzi disabili che, una volta concluso il ciclo della scuola dell’obbligo, rischiavano di rimanere inattivi, chiusi tra le mura domestiche, in un totale isolamento”. Le persone con disabilità accolte nel Centro sono: soggetti Down, spastici, non autosufficienti fisici e mentali che hanno già adempiuto all’obbligo scolastico. Provengono da vari ambienti sociali e familiari e di ciascuno di essi il Centro si prefigge di valorizzarne le capacità e le risorse personali sviluppandone l’autonomia e puntando al miglioramento della qualità della vita. Intorno a questo nucleo di persone e alla mission individuata, nel corso del tempo si è costituito un reticolo di interventi, di attenzione, di solidarietà da parte di privati, di associazioni e di enti. Alla fine del 1987 il Centro ha potuto disporre di un veicolo attrezzato per accompagnare i ragazzi e di alcune attrezzature messe a disposizione dalla locale sezione del Lions Club.

Oggi il numero dei volontari che collaborano con il Centro è cresciuto notevolmente. Collaborano con l’associazione artigiani, insegnanti, medici, psicologi, consulenti di direzione e organizzazione, pensionati e casalinghe. Sono stati avviati e consolidati i rapporti con la Caritas Diocesana di modo che il Centro si è potuto avvalere anche della collaborazione di alcuni obiettori di coscienza. Dal 1990, oltre alle attività invernali, ai ragazzi viene data anche l’opportunità di partecipare ai campi scuola estivi presso la sede di “Piri-piri” a Maruggio.

In seguito, grazie alla collaborazione di docenti, volontari ed esperti di settore, il Centro si è dotato di programmi annuali, mirati, adattandoli alle possibilità dei ragazzi frequentanti e diretti ad aiutare i ragazzi stessi a superare gradualmente le loro personali difficoltà e a supportare le famiglie di appartenenza. Nel corso degli anni ’90 il Centro Occupazionale è diventato costante punto di riferimento dell’intero territorio cittadino ed anche a scala sovra comunale, della Diocesi di Oria, per volontà del Vescovo Armando Franco, Presidente della Caritas Italiana. L’Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana ha riconosciuto i “fini altamente umanitari” che costituiscono la mission del Centro Occupazionale. Contribuiscono alle spese del Centro, inoltre, le quote associative annuale e i contributi volontari dei soci fondatori e sostenitori.

Il Centro Occupazionale Portatori di Handicap svolge la sua attività individualizzata di recupero e reinserimento riabilitativo attraverso il P.E.I. Piano Educativo Individualizzato, programmando l'inserimento della persona diversamente abile nelle varie attività svolte dai Laboratori stabili del Centro: tessitura e ricamo, cestinaggio e vimini, ceramica, falegnameria, grafica e pittura, laboratorio musicale.·A questi Laboratori stabili si affiancano di volta in volta iniziative e progetti che coinvolgono esperti esterni e volontari, in particolare in campo teatrale.

Gli obiettivi che l’Associazione si propone di raggiungere consistono nel garantire agli utenti disabili che frequentano la struttura un significativo miglioramento della propria qualità della vita e il supporto alle famiglie di appartenenza attraverso prestazioni e interventi afferenti a 5 aree integrate ed interconnesse:

  • Area socio-riabilitativa - Offrire un insieme di opportunità e di percorsi mirati che favoriscano l’acquisizione e lo sviluppo di abilità e attitudini personali utili a favorire processi di relazione sociale;
  • Area dell’integrazione sociale - Offrire un insieme di possibili situazioni ed esperienze vissute con l’assunzione di ruoli all’interno del gruppo; - sperimentare metodi di apprendimento di strategie atte alla risoluzione dei problemi e all’incremento delle capacità di organizzazione e di gestione autonoma delle azioni quotidiane;
  • Area del processo educativo - Offrire un percorso finalizzato a mettere la persona nelle migliori condizioni di adattamento all’ambiente; - Agire sui processi motivazionali e sulle esperienze maturate dalla persona disabile al fine di provocare e consolidare itinerari di progressiva autonomia e libertà;
  • Area della formazione e addestramento – Favorire lo sviluppo di competenze finalizzate ad attività creative e occupazionali (Laboratori / Attività); - Sviluppare e rafforzare l’acquisizione di abilità e tecniche pratiche in funzione di attività creative, occupazionali e riferite alla quotidianità;
  • Area dell’integrazione interdisciplinare - Collocare stabilmente il servizio nella vasta rete presente sul territorio dei servizi socio sanitari, educativi, scolastici e formativi esistenti a livello interprovinciale (Brindisi-Taranto); - sviluppare capacità di interconnessione con le agenzie che, a livello regionale e nazionale, pensano e promuovono esperienze di gestione, formazione e di promozione culturale sulle tematiche della disabilità.

Lo strumento attraverso il quale il Centro, in stretto rapporto con la famiglia, progetta il percorso dell’utente all’interno delle 5 aree di riferimento è costituito dal P.E.I. (Piano Educativo Individualizzato) che viene costantemente aggiornato e monitorato dagli operatori del Centro.

Il Centro organizza attività di laboratorio: ricamo, ceramica, restauro, lavorazione in vimini, attività musicali, ginniche, ludiche, educative, di recitazione e ricreative. Le attività vengono finalizzate con l’obiettivo precipuo di· sviluppare e potenziare, quanto più possibile, l’autonomia nella vita quotidiana e la socializzazione delle persone diversamente abili, stimolando la fiducia in se stessi e nelle proprie abilità e rendendole artefici del proprio lavoro e protagoniste nel lavoro di gruppo. I ragazzi svolgono, inoltre, attività istruttive e ricreative con visite a mostre e ad altri Centri per manifestazioni varie, anche fuori città, grazie alla presenza di volontari. Attualmente l’operatività del Centro è in ulteriore fase di crescita anche grazie ai progetti di promozione sviluppati in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato POIESIS della Provincia di Brindisi, alle azioni formative mirate realizzate in partnership con il C.S.F. En.A.I.P. Puglia di Francavilla Fontana, a contributi e sponsorizzazioni e al programma di potenziamento dei Laboratori avviato nell’ambito della Sovvenzione Globale “Piccoli Sussidi” della Regione Puglia. Nell'ambito di quest’ultimo progetto l’Associazione· ha conseguito nel giugno 2008 la Certificazione ISO 9001 del proprio Sistema di Gestione per la Qualità.